ARTantide.com: dal 2000 il mercato dove acquistare e vendere opere d'arte contemporanea 
  • Alla base dell'operare di Beppe Bonetti vi è l'evidente convinzione che è il pensiero che determina, in tutte le sue varie fasi, il fare artistico. Si possono proporre soluzioni compiute e facilmente assimilabili, ma quello che conta è il processo mentale che le sottintende. Non è facile entrare nel concetto di metarazionalità, storica prese di posizione dell'artista, mentre è più facile porre l'accento sul significato del divenire delle cose e sull'importanza della perenne trasmutazione del pensiero
  • Piero Gilardi, in linea con il suo passato di ecologista, continua a ricreare ambientazioni naturalistiche, cespugli, angoli di sottobosco, il greto di un fiume o una spiaggetta con sassi, i cosidetti "tappeti-natura", per la realizzazione dei quali si avvale di materiali tecnologicamente avanzati. Egli si confronta con la realtà attraverso un artificio illusorio con lo scopo di metterne in risalto gli aspetti più appariscenti e per riproporceli in maniera fortemente emotiva. Il valore poetico delle sue forme e la coerenza della sua decennale ricerca costituiscono i pilastri portanti del suo successo artistico.
  • Bernard Aubertain fa della sperimentazione l'elemento trainante del suo lavoro, la sua è una ricerca non solo concreta ma anche carica di spiritualità. Questo lavoro, in particolare, esprime il grande amore di questo artista per il colore rosso, quasi fosse una necessità assoluta. Una passione che lo accomuna a tanti altri artisti, basti ricordare Fontana e Nitsch.
  • Artista già storicizzato, Lan Zhenghui, appartenente alla seconda generazione, seguente il gruppo STAR (post Tiennamen). Ricercatore informale che applica tutta la forza della tradizione cinese con l'uso di inchiostri su carta di riso, egli conduce un'intensa ricerca sul nero. L'assenza di colore e luce (nero) sono per lui il maggiore stimolo di approfondimento. Zhenghui ha avuto già molte esperienze internazionali (diverse in Canada) ed è stato protagonista in Cina, con un'opera di oltre 20 metri, del lancio ufficiale dei modelli di punta della BMW nel mercato dei mandarini.
  • L'artista sviluppa una ricerca nel segno della tradizione cinese, con inchiostri di china su carta di riso. Propone opere raffinatissime, intrise di una leggerezza "acquea", frutto di una tecnica originale che si concentra più sulla pittura in sé che sul risultato figurativo, che qui sparisce lasciando lo spazio ad un astrattismo molto pulito. L'uso frequente del blu accentua l'effetto delle trasparenze, segnando una sorta di cortocircuito fra l'informale internazionale e la più profonda tradizione cinese.

Ricerca Artista

“IL GIARDINO INCANTATO” DI AI WEIWEI

.
.

In esclusiva mondiale Ai Weiwei a confronto con il Rinascimento Italiano
Dal 7 Marzo al 6 Giugno 2015
In MOSTRA 46 0PERE INEDITE
A PALAZZO TE, MANTOVA
Arricchiscono l’esposizione due importanti artisti contemporanei cinesi
opere e installazioni di Meng Huang e di Li Zhanyang
Le stanze dello storico edificio saranno “invase” dalle creazioni concettuali del Maestro cinese, come sempre provocatorie e sconvolgenti, che ci accompagneranno attraverso l'“incanto”

Mostra a cura di Sandro Orlandi Stagl