Giampaolo Di Cocco

Biografia

Foto Giampaolo Di Cocco

Nasce a Firenze il 6 settembre 1947.
Vive e lavora come artista ed architetto a Firenze, Colonia e Berlino.

Nel 1975 si laurea in Architettura presso l'università di Firenze vincendo il premio della Fondazione Pontello per la migliore tesi di laurea dell'Anno Accademico 1974-75.
Tra il 1972 e il 1975 realizza films sperimentali in 8mm.
Viene segnalato nel 1976 al concorso nazionale per il Centro direzionale di Firenze-Castello.
Tra il 1976 e il 1987 esperisce diverse esperienze pittoriche, dai quadri trasparenti alle pitture corporali, sviluppando le serie di: "La lettera di Leptis", "La Nuovissima Biblioteca d'Alessandria", le "Storie della Città-Albero", i "Grandi Naufragi", i "Gates of Heaven" etc.
Nel 1981 vince il premio Lubiam per un'opera di pittura.
Nel 1977 fonda la rivista "ABACO", periodico di arte ed architettura.
Dal 1980 collabora con diversi periodici, tra cui il "Corriere Medico", "Alfabeta" (direttore Umberto Eco), "Professione Architetto" (rivista dell'Ordine degli Architetti di Firenze), "Urbanistica Informazioni", "Architetti Verona", "Bollettino degli Architetti di Firenze", etc.
Nel 1989 pubblica "Parchi Urbani a Potsdam, Berlino, Amsterdam" per conto della Regione Toscana.
Tra il 1985 e il 1990, è attivo come architetto d'allestimenti.Tra i numerosi lavori: "Strutture della coscienza", Palazzina delle Pavoniere Firenze 1977; "L'Etrusco contemporaneo", Palazzo degli Innocenti, Firenze; Padiglione della Regione Toscana al Festival di Campi (Firenze), etc.
Dal 1992 al 1996 installa diverse opere nell'ambito della Villa Imbarcati-Gori di Pistoia.
Nel 1993 installa un'opera al Museo di Gibellina; tra il 1995 e il 1999 installa diverse opere nel complesso residenziale di Neusser Platz 10 a Colonia.
Realizza la fontana di piazza di Follonica nel 1996.
Dal 1988 realizza grandi installazioni dislocate in spazi architettonici particolari, come grandi fabbriche o stazioni dismesse. Questi lavori gli valgono l'attenzione della critica internazionale.

Principali mostre personali:

Galleria "L'Indiano", Firenze
Galleria Vera Biondi, Firenze
Galerie Gisele Linder, Basilea
Galerie Apicella, Bonn
Galerie Leon Tardy, Enschede
Galerie Blau, Duesseldorf - Palma de Majorca
Galerie Exit Art, Colonia
Galerie Ifficial Art, Colonia

Principali mostre collettive:

Galleria "Il Fiore", Firenze
Galleria d'Arte Moderna di Bologna
Scuola Grande di S.Teodoro, Venezia
Palazzo Libertini-S.Marco, Caltagirone
"Fredsskulptur '95" nave Kronenburg, porto di Hanstholm
Istituto Tedesco di Villa Romana, Firenze

Per gli aggiornamenti sulle ultime esposizioni dell'artista si rimanda all' Archivio Appuntamenti