Giampaolo Di Cocco

Biography

Picture Giampaolo Di Cocco

Born September 6, 1947 in Florence. He lives and works as an artist and architect in Florence, Cologne and Berlin.
In 1975 he graduated in Architecture from the University of Florence, between 1972 and 1975 makes experimental films in 8mm. 1976:national competition for the directional Centre of Florence-Castle.
Between 1976 and 1987 he acquired experiences painting: transparent paintings and body paint, developing the series of : "La lettera di Leptis", "La Nuovissima Biblioteca d'Alessandria", le "Storie della Città-Albero", i "Grandi Naufragi", i "Gates of Heaven" etc.
In 1981 he won the prize Lubiam; In 1977 he founded the magazine "ABACO&quot, a magazine of art and architecture.
Since 1980 collaborates with several magazines, including "Corriere Medico", "Alfabeta" (Umberto Eco editor), "Professione Architetto" (rivista dell'Ordine degli Architetti di Firenze), "Urbanistica Informazioni", "Architetti Verona", "Bollettino degli Architetti di Firenze", etc.
In 1989 he published "Parchi Urbani a Potsdam, Berlino, Amsterdam" per conto della Regione Toscana.
Between 1985 and 1990 he worked as an architect in numerous projects: "Strutture della coscienza", Palazzina delle Pavoniere Firenze 1977; "L'Etrusco contemporaneo", Palazzo degli Innocenti, Firenze; Padiglione della Regione Toscana al Festival di Campi (Firenze), etc.
From 1992 to 1988 installs various works in different settings:at Villa Imbarcati-Gori Pistoia, the Museum of Gibellina; Neusser Platz in the residential complex of 10 in Cologne, the fountain in Piazza di Follonica 1996. This work earned him the attention of international critics.

Sorry, the page you have requested is only in Italian at present, although the English version will soon be available.

Giampaolo Di Cocco

Nasce a Firenze il 6 settembre 1947.

Vive e lavora come artista ed architetto a Firenze, Colonia e Berlino.
Nel 1975 si laurea in Architettura presso l'università di Firenze vincendo il premio della Fondazione Pontello per la migliore tesi di laurea dell'Anno Accademico 1974-75.
Tra il 1972 e il 1975 realizza films sperimentali in 8mm.
Viene segnalato nel 1976 al concorso nazionale per il Centro direzionale di Firenze-Castello.
Tra il 1976 e il 1987 esperisce diverse esperienze pittoriche, dai quadri trasparenti alle pitture corporali, sviluppando le serie de: "La lettera di Leptis", "La Nuovissima Biblioteca d'Alessandria", le "Storie della Città-Albero", i "Grandi Naufragi", i "Gates of Heaven" etc.
Nel 1981 vince il premio Lubiam per un'opera di pittura.
Nel 1977 fonda la rivista "ABACO", periodico di arte ed architettura.
Dal 1980 collabora con diversi periodici, tra cui il "Corriere Medico", "Alfabeta" (direttore Umberto Eco), "Professione Architetto" (rivista dell'Ordine degli Architetti di Firenze), "Urbanistica Informazioni", "Architetti Verona", "Bollettino degli Architetti di Firenze", etc.
Nel 1989 pubblica "Parchi Urbani a Potsdam, Berlino, Amsterdam" per conto della Regione Toscana.
Tra il 1985 e il 1990, è attivo come architetto d'allestimenti.Tra i numerosi lavori: "Strutture della coscienza", Palazzina delle Pavoniere Firenze 1977; "L'Etrusco contemporaneo", Palazzo degli Innocenti, Firenze; Padiglione della Regione Toscana al Festival di Campi (Firenze), etc.
Dal 1992 al 1996 installa diverse opere nell'ambito della Villa Imbarcati-Gori di Pistoia.
Nel 1993 installa un'opera al Museo di Gibellina; tra il 1995 e il 1999 installa diverse opere nel complesso residenziale di Neusser Platz 10 a Colonia.
Realizza la fontana di piazza di Follonica nel 1996.
Dal 1988 realizza grandi installazioni dislocate in spazi architettonici particolari, come grandi fabbriche o stazioni dismesse. Questi lavori gli valgono l'attenzione della critica internazionale. Tra i principali lavori di questo periodo ricordiamo: "Grandi Naufragi VII", Palazzo Datini, Prato 1988; "Betsy III", Officine Breda di Pistoia, 1989; "Olympia/Zeppelin III", nella stazione dell'Olympia Stadion di Berlino; "Bus II", Palazzo Ducale, Genova, 1992; "Trivial/Catalina II", Villa Imbarcati-Gori, Pistoia, 1992; "Grandi Naufragi XII", Galleria del BBK, Colonia, 1992; "Car-Naval/Mirage I", Istituto Francese di Firenze, 1994; "Cant I/ Alma Divisa", Skagen (DK), 1995; "Car-Naval/Virginia I", Galerie Cargo Marseille, Marsiglia; "Mig 15/La Madre dei Sogni", Galleria Vito Vitti, Bari, 1997; "Atlantis l", Università di Kassel, 1997; "Elephant-Memory", officine AEG di Berlino, 1998; "Car-Naval/Atlantis II", stazione di Colonia-Deutz, 1999; "He 111", parco della Deutsche Bank, Duisburg-Homberg, 2000.

Main personal exhibitions:

Galleria "L'Indiano", Firenze
Galleria Vera Biondi, Firenze
Galerie Gisele Linder, Basilea
Galerie Apicella, Bonn
Galerie Leon Tardy, Enschede
Galerie Blau, Duesseldorf - Palma de Majorca
Galerie Exit Art, Colonia
Galerie Ifficial Art, Colonia

Main joint exhibitions:

Galleria "Il Fiore", Firenze
Galleria d'Arte Moderna di Bologna
Scuola Grande di S.Teodoro, Venezia
Palazzo Libertini-S.Marco, Caltagirone
"Fredsskulptur '95" nave Kronenburg, porto di Hanstholm
Istituto Tedesco di Villa Romana, Firenze

For the latest exhibitions of the artist, please see the Appointments' Archive