Vinicio Berti

Critica

Berti ci introduce, attraverso la sua personale simbologia che ha inizio con la fine dell'Astrattismo Classico e che prosegue attraverso le Cittadelle Ostili, lungo un percorso ricco di grande poesia dentro il quale formula storie avvincenti che diventano sempre piu' affascinanti nelle opere del periodo da lui definito Brecce nel Tempo. In tutto il suo percorso artistico fino alle opere del suo emblematico ultimo ciclo Guardare in alto vi e' " la convinzione che la pratica dell'arte sia sostanzialmente un modo di formulare, attraverso l'inventivita' di una capacita' positiva dell'immagine, un proprio giudizio sulla realta' stessa nella sua concreta contingenza sociale; e dunque (l'arte diviene) strumento di resistenza, di contrapposizione, di lotta, di affermazione utopica di principi. .. Pittore contro dunque, Berti,...resistente,...insubordinato ...e passionalmente contestatorio... testimone profondo del disagio dei tempi" egli ci propose " segni, forme e colori personalissimamente determinati. ."

[Vinicio Berti -dipinti e disegni 1940/1991- cat. ed.Giunti]

Un pittore eclettico

Vinicio Berti ha declinato la sua rigogliosa fantasia su registri diversi. Amico e compagno di strada di molti artisti contemporanei tra i più interessanti e riconosciuti, da Piero Dorazio a Emilio Vedova, da Atanasio Soldati a Ermanno Migliorini, è passato dal figurativismo degli esordi, alla fase postcubista fino all’astrattismo classico. Tutte le sue opere sono di singolare impatto e forza espressiva, dove la prepotente aggressività del segno che lacera lo spazio non impedisce il dispiegarsi di una progettualità costruttiva e di un saldo impianto architettonico. Oltre che pittore, Berti fu un abilissimo illustratore e creò personaggi dei fumetti come Atomino e Smeraldina, Ciondolino, Chiodino e Sgorbio. Fu anche autore di un’edizione delle Avventure di Pinocchio pubblicata da Ponte alle Grazie.

[Estratto dal sito di "luxgallery"]

...Vinicio Berti è stato un artista esigente e capace di declinare la propria rigogliosa fantasia ed espressività artistica su molti registri differenti; oltre che uomo di cultura consapevole protagonista delle vicende del proprio tempo, fu amico e compagno di strada di molti fra i suoi contemporanei più interessanti e riconosciuti, da Piero Dorazio a Emilio Vedova, da Atanasio Soldati a Ermanno Migliorini...

[Comunicato stampa della mostra "Vinicio Berti-Pittura Totale 1940/1991"]

..."Questa mostra - ha spiegato l'assessore alla cultura Simone Siliani -è un miracolo. Innanzitutto perché è stata allestita in tempi brevissimi. Era stata concepita già da alcuni anni ma l'organizzazione è stata rapidamente realizzata. La mostra è un omaggio a Vinicio Berti e presenta il suo intero percorso artistico. È un riconoscimento ad una linea che qui a Firenze ha avuto il suo humus nel secolo scorso ma che forse non è stato sufficientemente apprezzato. Molto bello è il contrasto fra l'essenzialità della Sala d'Arme e l'essenzialità delle opere di Vinicio Berti"...

Simone Siliani

[Dal sito "firenze.net"]