Donna Franklin & Gary Cass

Critica

MICRO'BE

by Marika Vicari

Un forte odore e piacere di vino rosso, bianco e di birra australiani...., con questa premessa, Gary Cass e Donna Franklin , combinano le proprie forme di conoscenza dando vita così ad un progetto sospeso tra scienza, creazione e arte.
La ricerca di Gary Cass (1966, Fraserburg, Scozia), tecnico scientifico alla Faculty of Natural and Agricultural Science, the University of Western Australia, e Donna Franklin (1981 Western Australia), artista visiva, è intitolata progetto Micro'be.
E' un progetto molto particolare e personale che analizza insieme gli elementi della natura e la fermentazione di batteri nelle fibre tessili. Il risultato sono degli indumenti biologici la cui fattura ben si allontana dalla tradizione cui siamo abituati e allarga gli orizzonti verso un più fertile territorio d'indagine. Per questa mostra ARTantide.com ha il piacere di presentare al suo pubblico una selezione di fotografie, scelte come strumento di rappresentazione della loro ricerca artistico-scientifica. Sono situazioni atte alla rappresentazione dei vestiti biologici e del loro territorio di appartenenza spaziando dalle foreste all'oceano.

Micro‘be’ Fermented Fashion

Immaginare un tessuto che cresce ... un indumento che prende forma senza un singolo punto...
La moda che inizia con una bottiglia di vino?
Il progetto Micro'be indaga la biosintesi pratica e culturale della microbiologia, esplora le forme di confezionamento futurista dei vestiti e le tecnologie tessili. Al posto di macchine di tessitura senza vita che producono il tessuto avremo microbi viventi che faranno fermentare un indumento. Odora di vino rosso e si sente come il fango quando è umido, il vestito di cellulosa è comodamente come una seconda pelle. Il materiale è molto delicato, comprensivo di microfibre di cellulosa. La colorazione del tessuto dipende dal vino utilizzato, se si usa vino rosso si ha un tessuto rosso, se si usa vino o birra bianco si ha invece un materiale traslucido. Un indumento fatto fermentare non solo rompe il significato di interazioni tradizionali con il corpo e l'abbigliamento; ma esamina anche le praticità e implicazioni culturali di commercializzazione.
Questo progetto ridefinisce la produzione di materiali tessuti.
Combinando le conoscenze di arte e di scienza e con una piccola inventiva, l'obiettivo ultimo sarà produrre un indumento senza cuciture fatto fermentare da batteri che si forma senza un singolo punto.

(per il testo completo vedere la versione inglese...)

Donna Franklin & Gary Cass