Marek Schovànek

Critica

La pittura di Marek Schovanek si fa interprete, con uno linguaggio ancora espressionista, della crisi dell’uomo, perennemente macerato dalle problematiche esistenziali. Ma è nei lavori di piccolo formato, nelle due serie sulla folla di uomini e sui tronchi d’albero, che l’artista ceco-canadese trova una cifra davvero originale e pregnante, con un’espressività risolta nella scansione equilibrata delle forme, nel rapporto cromatico e nel segno della scrittura, strumento squisitamente estetico sebbene veicolo, al tempo stesso, di una concettualità profonda.

Emilia Valenza

[Giornale di Sicilia, 23/09/2002]

Marek Schovanek è un artista e curatore ceco-canadese ma berlinese di adozione, per sensibilità e passione. I suoi lavori sono il risultato di una vita intensa e viva, quella stessa che, scorrendo nelle sue vene, si riassume nel confronto tra un passato, non ancora concluso e il futuro di una città unica, qual'è Berlino.
Nei suoi lavori lo più tele di medie e grandi dimensioni a tecniche miste, protagonista è l'uomo, inteso come folla di corpi e di volti, la cui fisicità è segnata da cromie dirompenti di chiaro segno espressionista.

Marika Vicari