Home>Eventi>Via vai>Nella rapidità d'un istante...azzero e ricostruisco l'immagine ideale

Via vai

Archivio Eventi

Nella rapidità d'un istante...azzero e ricostruisco l'immagine ideale - 12 maggio 2011

Pittura.
Una pittura dichiaratamente figurativa.
Una pittura corporea, fisica, a volte tattile.
Una pittura allusiva, emblematica, simbolica.
Pittura di Salvo Pastorello.

Già, ma che senso ha fare ancora pittura nell’epoca telematica, dell’arte virtuale, del Trash, delle performance, delle installazioni ?
La velocità del mondo non è più quella di quando la staticità della pittura e del manifesto murale erano le uniche possibilità visive per le masse. Del tempo in cui la “contemplazione visiva” era una “prassi” dell’intelletto, prima ancora dell’occhio.
Poi vennero il cinema, dapprima muto e poi sonoro, e la televisione, dapprima in bianco-nero e poi a colori. Ma, all’inizio, il montaggio, la narrazione, portava con sé ancora ritmi letterari del Passato.
E poi venne anche la Pubblicità, che partendo dai muri delle città si appropriò via via dei nuovi media.
La Pubblicità si fece spot, ed il nostro senso della visione mutò radicalmente.
Tutto divenne più veloce, subliminale, “urlato”, ansiogeno: così come la nostra vita.
Le immagini sulla retina iniziarono a sovrapporsi a velocità sempre più crescente, e la “memoria della visione” iniziò a scomparire sempre più velocemente nella geologia stratiforme del “nuovo sempre più nuovo”.
Insomma a “cancellarsi”.

Oggi viviamo in un mondo dove le immagini, in sorta di moderno cannibalismo, divorano sé stesse muovendosi lungo un’inesauribile sequenza volta solo in avanti, verso il futuro.
In questo mondo, dove tutto sembra più “comunicativo”, perché immediato, in realtà le persone sono divenute isole fluttuanti nel mare dell’indifferenza, che al massimo si sfiorano ma rimangono sempre distanti. Ebbene in questo mondo della passività televisiva e telematica, la Pittura può essere e divenire un’ancora di salvezza, un antidoto all’omologazione visiva, alla lobotomia intellettiva.
Ma vi è una condizione: e cioè che la Pittura si discosti da un’altra pericolosa omologazione, che è quella delle cosiddette avanguardie contemporanee, o presunte tali. Avanguardie che in realtà professano il positivismo di un “pensiero debole”, della democratica massificazione creativa e di un continuo, esasperato, superamento del presente, nel rifiuto di un possibile “ambito meditativo”.
In ciò esse sono lo specchio dell’appiattimento creativo, sottoposto al metodo ed al mercato.

Non dobbiamo dimenticare che l’arte prima dell’azzeramento delle avanguardie storiche era una prassi del bello, un’estetica in atto. Poi, è andata via via stemperandosi in una serie di spinte centripete che, da una parte, hanno messo in competizione la pittura con altri mezzi espressivi, e dall’altra hanno dato corpo ad un’area, crescente, di creazioni effimere, non durevoli, tecnicamente minimaliste, alla portata delle masse, divenendo in ciò un vero e proprio evento sociologico, anziché un’estetica tout-court.

In questo contesto “globale” dell’arte contemporanea le opere di Salvo Pastorello sono pienamente in sintonia con quello che si può definire come un “movimento di riappropriazione della pittura-pittura”, ma al tempo stesso accogliendo anche le istanze sociali delle correnti contemporanee. Dico questo proprio perché Pastorello ha trasposto sul piano visivo un universo di simbologie che riferiscono a quelle che sono propriamente le tensioni esistenziali del suo e del nostro tempo, in particolare l’apparente “normalità” delle masse, colte nella loro quotidianità, qui “serializzata”, ovvero dei grandi numeri, e con precisi riferimenti a quello che è per definizione il paese dei grandi numeri:la Cina (dove tra l’altro Pastorello ha lavorato e tenuto recentemente una grande mostra).

E se parliamo di pittura-pittura, dobbiamo parlare in sostanza della “prassi pittorica”, che è fatta di “pensiero”, di “progetto”, ma anche di “ripensamento”, e quindi di “cancellazione”.
La “cancellazione”, intesa però non come “ripensamento” (cioè “correzione”), ma piuttosto come “azzeramento”, o come sintesi estrema, è stata uno dei fondamenti delle avanguardie storiche, come il Costruttivismo, ad esempio, ma anche di quelle del dopoguerra. Una su tutte: il Minimalismo.
Volendo potremmo andare ancora più indietro, al 1915, quando Malevitch “dipinge” i due punti più estremi della sua ricerca: il “Bianco su bianco” ed il “Nero su nero”, che sono, come si può ben intendere, l’azzeramento della pittura (e dell’immagine), proprio nell’intento di andare oltre, sì, ma proprio partendo da quella “tabula rasa”. L’esito ulteriore, il Costruttivismo (passato attraverso la “camera di decantazione del Suprematismo) farà dell’azzeramento iconico l’unica prassi possibile per la ri-costruzione dell’opera.
Venendo a noi, all’Italia, quell’incredibile avanguardia europea che fu il Futurismo, era perfettamente in linea con queste ricerche. Già dal 1914 Balla e Depero lavorano sull’astrazione “analogica” e, nel 1915, lanciano un manifesto operativo del tutto rivoluzionario: Ricostruzione futurista dell’Universo. E, anche qui, si propugna l’azzeramento totale delle posizioni, sia teoriche che “fattuali”, tanto che Balla, addirittura, parte dallo zero assoluto, costruendosi ex-novo anche i pennelli. Ma il loro azzeramento non fu l’atto estremo per poi tornare ad una pittura “tronfia” e “ricostruttiva”, come quella giunonicamente debordante dei neo-realismi del ventennio, ma piuttosto un’istanza di debordamento verso la vita quotidiana, cioè ricostruendone tutti gli aspetti anche esistenziali, e portare così, de facto, l’arte nella Vita.
Non furono capiti né dai critici di allora, né da quelli che vennero dopo, che erano troppo occupati ad accusare il Futurismo, tout-court, di fascismo.

Ma l’atteggiamento di Pastorello in merito alla “cancellazione” non è certo isolato, od una novità. Esso trova, anzi, premesse e conferme contemporanee nella letteratura e nell’arte.
Quasi tre secoli fa, nel 1733, Alexander Pope aveva scritto nel suo libro Imitazione delle Satire ed Epistole di Orazio che “L'ultima e più grande fra le arti, è l'arte di cancellare”. Qualche decennio dopo, nel 1791, Samuel Johnson aveva così esortato i colleghi scrittori: “rileggete i vostri componimenti, e quando trovate un passaggio che vi sembra particolarmente bello… cancellatelo”. All’inizio del secolo scorso, Carlo Dossi nelle sue Note azzurre (1870/1907) aveva sentenziato che “L'arte di un autore sta nel cancellare”, e, poi, venendo più vicini a noi, Pitigrilli in uno dei tanti aforismi del suo Dizionario antiballistico (1953) aveva a sua volta propugnato che “Ci vogliono dieci anni per imparare a scrivere, ma non basta tutta la vita per imparare a cancellare”.
Queste solo alcune citazioni tra le tante potenzialmente rintracciabili sull’argomento.
E infine per portarci ai giorni nostri non possiamo non ricordare il lavoro continuo e metodico di cancellazione di un artista che appunto di questa prassi ha fatto una “regola aurea”: Emilio Isgrò. E per calarci ancora di più nell’attualità istituzionale, non sarà fuori luogo citare il suo pensiero in merito alla cancellazione della Costituzione italiana, attuata a Verona nel novembre del 2010: "Non è stato facile per me accingermi all'impresa. Temevo, infatti, che essa venisse scambiata per una inutile provocazione. Mentre io, leggendo la nostra Costituzione, sono stato toccato soprattutto da due cose. Primo, dalla lingua: un italiano fluido e disadorno che non ha niente a che vedere con il burocratese al quale ormai siamo abituati. Secondo, dall'altezza dei principi ai quali i padri costituenti improntarono il loro testo". E infine: "Cancellare non è negare, ma arare il campo della scrittura dove far nascere nuovi sogni e nuovi pensieri".

Cosa c’entra tutto questo con Pastorello? C’entra eccome, proprio perché Pastorello lavora su quegli stessi meccanismi, su quelle stesse premesse, certo senza le precise coordinate di quelle epoca, o l’attitudine letteraria di Isgrò, ma altrettanto certamente non senza minori tensioni.
Si potrebbe qui chiudere velocemente, citando D.E. Hirsch che affermava (o riaffermava a sua volta) una vecchia opinione, molto più legata al buon senso che a profonde teorie, secondo la quale un’opera d’arte significa “propriamente ciò che l’autore ha voluto che essa significasse”(?!).
Banale? Certo che no! Proprio perché non sempre (anzi quasi mai) i “codici” usati dagli artisti, cioè quei meccanismi psico-visivi che sono da sempre (e l’oggi non fa eccezione) il simbolo, l’allegoria o l’emblema, lo sono (usati) consciamente, cioè nella piena conoscenza delle loro implicazioni profonde, proprio perché la loro funzione è di natura archetipa, e va oltre la pura razionalità. In altri termini tali meccanismi agiscono su di un piano applicativo, di natura fenomenologica, che è propriamente quello sul quale l’Arte fonda il suo stesso essere in nuce.
Questi meccanismi psico-visivi, che implicano un “percorso”, una “successione verso significati ulteriori” si possono ravvisare anche nel lavoro di Pastorello, e sono il presupposto primo del suo lavorare per “cicli”, unitamente ad una Vis narrativa che si sostanzia su uno zoccolo duro di “alta poetica”, allo stesso tempo nulla tacendo delle ipocrisie della società contemporanea. E va da sé che parlando di poetica ci riferiamo alla radice etimologia del termine poiesis, che significa non solo “inventare e comporre versi”, ma anche, nel suo imperativo poièin (appunto) il “fare” (fisicamente) e dunque il “costruire”.
Ecco allora che chi, leggendo qualche critica d’arte o gli stessi libri di Heidegger, di fronte ad affermazioni come “Poeticamente abita, l’Uomo…”, potrebbe anche sobbalzare, chiedendosi come si possa “abitare poeticamente?”,. Ma si dovrà convenire che quel “poeticamente” è la “solidificazione della Poesia”, è la forza della parola e del pensiero che si fa volume, che si fa “Costruzione”, poetica, filosofica, estetica e fisicamente fattuale.
Come dire che l’Uomo, nel suo costruire “in armonia” il Mondo, compie in sé un’azione poetica.
Ritorniamo a Pastorello che dice: “Mi piace cercare l'equilibrio nella discontinuità, nella dissonanza, la cancellazione di ciò che si è appena scritto, l'incompleto il non finito la bozza. Il  ritorno al punto di partenza senza tornare indietro, la chiusura del cerchio”.
Vi è in ciò una sorta di malinconia, cioè di una ricerca non tanto per l’opera “perfetta”, ma piuttosto per quella “ideale”, che sembra non essere mai “qui”, ma sempre un po’ “oltre”. Questo apparente “rifiuto” del proprio lavoro (la cancellazione), per ripartire nuovamente ma volto solo allo slancio utopico “in avanti”, per migliorare, e poi ritornare, e così via. E vi è in ciò anche qualcosa di filosoficamente “arcaico”, come il “mito dell’eterno ritorno”, la ricerca della permanenza del sé, appunto attraverso le proprie opere (… sono quelle, poi, che rimarranno…).
Ma allora – ancora ricorrendo ad Heidegger – “quando, come si dice, ritorniamo in noi stessi, vi ritorniamo muovendo dalle cose, senza mai ‘rinunciare’ al nostro soggiorno, presso le cose… solo perché questo ‘soggiornare’ determina fin dal principio l’essere dell’Uomo”.
Insomma, questa nostra esistenza – questo nostro “essere nel mondo” – è un continuo loop, che ci riporta sempre al punto di partenza, ma sempre diversi… a volte arricchiti… a volte no. Un loop che ritroviamo precisamente in altri pensieri-in-libertà di Pastorello: “Chi crea è il creato stesso, e prende alimento nell'azione stessa…  L'opera e il creatore si rincorrono in continuazione e a volte l'una precede l'altro… Il serpente si morde  la coda e a quel punto, non c'è più né la coda né la testa ma l'azione cosciente… La verità è nell' anima che  guida l'azione e all'anima ritorna…”.
E in tutto ciò l’Arte si esprime con tutta la forza della sua azione “simbolica”.
E il “simbolo” non è, come credono molti (inclusi anche dei colleghi…), un sostantivo liberamente intercambiabile ad altri: “… quest’opera è fortemente simbolica, quasi allegorica…”, pontificava qualche anno fa un critico, forse non sapendo neanche cosa andava dicendo.
Il simbolo (dal greco “syn” e “ballo”, cioè “gettare insieme”, “unire”) è il fondamento ed il motore dell’armonia universale, di quell’Unità verso cui tendere. E questa sua funzione, per traslato, si esercita nell’azione del “gettare un ponte”, “unire due rive”: di qui, accessoriamente, anche la funzione “pontificale” del Papa (detto anche “Pontefice”). E dunque proprio per questo il simbolo divenne uno dei meccanismi “sottili” più praticati dagli artisti, cui sempre si opposero le forze della “disarmonia”, della “disgregazione”, genericamente identificate (e figurate) con il Diavolo (da “dia”e “ballo”, cioè “disunire”). Altra cosa, poi, è l’Allegoria, cui accennava l’incauto critico di cui più sopra, che deriva da “allo” e “agorejo”, cioè “altro dire”, che per traslato si può significare con “la bella menzogna”.
Dunque “simbolo” e “allegoria” non vanno proprio assieme…
Ma questo breve excursus etimologico ci riporta alla funzione poetica della Parola.
“In principio era il Verbo”. Così inizia il “libro dei libri”, e appunto ci dice che il Verbo “era” (cioè già “esisteva”) e perciò era Potenza in sé, perché da Esso emanò la funzione “creatrice”, cioè di Mater. E dunque la Parola, che poi si esprime tramite la Poesia, “genera e costruisce” pensieri, “lancia ponti”, ed “opera per l’armonia”.
Ora, non sarà certo un caso che proprio nel momento in cui l’Arte, grazie all’invenzione di uno strumento che riproduce fedelmente la realtà (la macchina fotografica), inizia le sue ricerche per il superamento del reale, cioè per passare da una “visione retinica” a quella “intellettuale”, i primi movimenti d’avanguardia vedano la luce e fondino la loro stessa ragione d’essere sulla Poesia.
La poesia è dunque l’unico fil rouge dell’arte contemporanea.

E quando un artista crea un’opera d’arte, non solo “rappresenta” pensieri ed idee e poesie, ma le “simboleggia”. Vale a dire che egli non “segna” semplicemente una tela, ma la riempie di “significati”.
Purtroppo oggi, sia il linguaggio che la prassi visiva contemporanea favoriscono il delinearsi di una regione ambigua del pensiero e della significazione, posta tra il letterale ed il metaforico, dove si tende a confondere il “segno” con l’oggetto rappresentato, il “nome” con l’oggetto che designa, l’immagine con il suo prototipo. Aby Warburg ha definito questo fenomeno come la “perdita dello spazio autonomo del pensare”, mentre, a sua volta, Hans Sedlmayr ha parlato di “perdita del centro”, allorquando la pluralità dei significati e delle sfumature semantiche, tende a “confondere” il simbolismo nell’arte come un problema estetico, anziché ontologico, quale in effetti è.
Al contrario nelle opere di Salvo Pastorello vi è una chiarezza, ed una certezza, di fondo: che l’arte non può prescindere dal porre al centro del suo lavoro il travaglio che deriva dalle implicazioni di una disamina dei rapporti tra spirito e materia, tra verità illusorie e verità sostanziali. E questo travaglio si concretizza nel “ripensamento”, nella “cancellazione” e nella “reiterazione del fatto creativo”.
Il travaglio che ne esce non è solo, e non può esserlo, virtuale, mentale, speculativo, ma profondamente fisico, cioè di una fisicità umana, fatta sia di pensiero che di passioni, di certezze ma anche di dubbi, di violenza ma anche di amore.
E’ un travaglio che non fa tendenza, moda, trend.
E’ un travaglio che solo chi è fuori dal coro può sperimentare e che conduce ad una sorta di “fissità contemplativa”, quella fissità con la quale Pastorello “congela” il pensiero poetico in quell’attimo brevissimo in cui (forse) ti stravolge il cuore.

Maurizio Scudiero

... inoltre

Rinnovo Collezioni in Cambio Merci
20/05/2019 - 30/06/2019
Rinnovo Collezioni in Cambio Merci

Rimetti in gioco tutte le opere che non ti interessano più. Trasformale in denaro migliorando i tuoi acquisti. Un occasione unica per vedersi valutare gli "errori di gioventù" o semplicemente le opere ormai obsolete per i tuoi gusti di oggi o per quelli condivisi con il tuo partner.

Il Riciclo della Mente
17/05/2019 - 24/11/2019
Il Riciclo della Mente
Science Gallery Venice e Università Ca' Foscari
in collaborazione con ARTantide.com Gallery
con la cura di Sandro Orlandi Stagl, presentano
Il Riciclo della Mente

Tintoretto - Pombo, Maternità e Passione
10/05/2019 - 20/08/2019
Tintoretto - Pombo, Maternità e Passione
Il pittore spagnolo rivisita il ciclo mariano del Maestro del Rinascimento veneziano: un omaggio universale alla figura materna e alla condizione della donna nel mondo.
Dopo il successo dell'esposizione di apertura "Passione e Giustizia", conclusasi lo scorso gennaio, Jorge R. Pombo prosegue il dialogo con i dipinti di Tintoretto alla Scuola Grande di San Rocco a Venezia. Il pittore spagnolo, questa volta, ha scelto di rivisitare sette capolavori del Maestro del Rinascimento veneziano che raffigurano altrettanti momenti paradigmatici della vita terrena della Vergine Maria: Annunciazione, Fuga in Egitto, Strage degli Innocenti, Maria in meditazione, Maria Egiziaca, Crocifissione e Assunzione.
Un omaggio universale alla femminilità, alla donna come madre, creatura e creatrice, che trova nella figura della Madonna il suo archetipo.


Arte e Finanza, l'Etica in dialogo
06/12/2018 - 31/01/2019
Arte e Finanza, l'Etica in dialogo
Mostra personale di Gianfranco Gentile, nell'ambito degli eventi realizzati dal Movimento Arte Etica

Improving the Rivers
25/10/2018 - 10/01/2019
Improving the Rivers
CIRCA 20 OPERE CON QUADRI E INSTALLAZIONI PROVENIENTI DA PERFORMANCE INTERNAZIONALI
Un artista unico che con le sue performance fa riflettere seriamente sullo stato dei fiumi, invitando i visitatori a preservare il più possibile il sistema circolatorio della terra.

Tintoretto - Pombo, Passione e Giustizia
04/09/2018 - 15/01/2019
Tintoretto - Pombo, Passione e Giustizia
Mostra personale dell'artista Jorge R. Pombo, per le celebrazioni ufficiali dei 500 anni dalla nascita di Tintoretto.
A cura di Sandro Orlandi Stagl, con testo di Frederick Ilchman.


Crowdfunding - Esportiamo l'Arte Etica nel mondo, per cambiare insieme il Pianeta
30/07/2018 - 30/09/2018
Crowdfunding - Esportiamo l'Arte Etica nel mondo, per cambiare insieme il Pianeta

Il Movimento Arte Etica parte oggi con una sfida davvero importante. Si tratta della nostra prima esperienza con il Crowdfunding; ci siamo impegnati tutti per sintetizzare al meglio e poter spiegare sia al pubblico che ci conosce sia a quello che ancora non ci conosce, chi siamo e cosa vogliamo fare tutti insieme.

Le sfide difficili sono le sole per cui valga davvero la pena combattere, ma arrivano al successo solo se si combattono insieme.

Tutti si può partecipare e le ricompense previste potrebbero un giorno cambiare la tua vita!

Agire dal basso - Cucire il Mondo
02/07/2018 - 16/09/2018
Agire dal basso - Cucire il Mondo
9 OPERE INASPETTATE, MAPPE IMPROBABILI DI UN PIANETA CUCITO SU TELA JEANS CHE CI INVITANO A CAMBIARE
Un artista originale che suggerisce ricette di cambiamento semplici ma potenti, invitando i visitatori a ricordarsi che un oceano pulito è fatto di miliardi di gocce pulite.

ARTEOLOGIA - L'Arte Etica in dialogo fra passato e futuro
24/05/2018 - 12/09/2018
ARTEOLOGIA - L'Arte Etica in dialogo fra passato e futuro
MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE di Venezia
Indirizzo: Piazza San Marco, 17/52 – Venezia
Orari: h. 10.00 – 19.00
La biglietteria chiude alle 18.00
Ingresso: L’accesso avviene dal Museo Correr, con biglietto cumulativo dei Musei di Piazza San Marco di € 20,00 ridotto € 13,00

Special Honored Guest: Michelangelo Pistoletto

Movimento Arte Etica: Marco Bertìn, Carlo Bonfà, Julia Bornefeld, Luigi Dellatorre, Gianfranco Gentile, Marco Gradi, Franco Mazzucchelli, Matteo Mezzadri, Marica Moro, Jorge R. Pombo, Sarah Revoltella, Alberto Salvetti e Alessandro Zannier

Special Guest: Patrizia Dalla Valle.


micrΩmega
23/02/2018 - 10/05/2018
micrΩmega
ALESSANDRO ZANNIER : INSTALLAZIONI, OPERE LUMINOSE E TAVOLE DIGITALI ISPIRATE ALLA SCIENZA RIPORTANDO L'UOMO AL CENTRO DELL'UNIVERSO

Un artista eclettico che ha concepito un progetto completo, dall'infinitamente piccolo, all'infinitamente grande, realizzando un album di 9 brani, un visionario sito web interattivo, un tour di concerti, una serie di opere e installazioni e a breve un volume enciclopedico.

Arte Etica a Bergamo Arte Fiera
12/01/2018 - 15/01/2018
Arte Etica a Bergamo Arte Fiera
Primo Stand dell'Arte Etica del 2018. Biglietti omaggio offerti da ARTantide.com Gallery fino ad esaurimento pacchetto disponibile; per averli basta scrivere a ; specificare il nome, il numero delle persone e se si desiderano i biglietti per l'inaugurazione.

Made in China
14/12/2017 - 16/02/2018
Made in China
Marco Bertìn espone opere coloratissime realizzate con migliaia di giocattoli ed un enorme polittico work in progress da 32 metri quadri.
Da 5 anni l'artista raccoglie e compra tutti i giocattoli di foggia occidentale, solo se rigorosamente “Made in China”, per realizzare opere dal cuore etico.


Premio Internazionale UVA
07/12/2017 - 10/03/2018
Premio Internazionale UVA
L'Università di Verona promuove il Premio Internazionale UVA (Università di Verona per l'Arte), con il patrocinio del Comune di Verona e della Camera di Commercio di Verona, e la collaborazione dell'Accademia di Belle Arti di Verona e di ARTantide.com Gallery.
Il Premio, ideato da Roberto Pasini, (Storico e critico d'arte, Università di Verona), che ne è il Direttore artistico, promuove l'immagine fotografica, sia come prodotto di un artista, sia come prodotto di un fotografo, ed è dedicato alla memoria di Mauro Fiorese e di Ren Hang.

Camminare con i Lupi
05/12/2017 - 07/12/2017
Camminare con i Lupi
Martedì 5 dicembre parte la dura performance dell’artista “dei Lupi”, che farà in tre giorni circa 150 Km a piedi lungo i sentieri dei carnivori.
Alberto Salvetti espone due lupi a Bolzano, avendone portato uno in spalla a piedi da Trento, in collaborazione con Life WolfAlps e il Muse di Trento.
Da anni l'artista raccoglie giornali con articoli che parlano dell'arrivo degli animali selvatici nei nostri spazi urbani e tra questi anche della dispersione dei lupi, nelle montagne italiane; con essi realizza lupi di ferro, scotch e carta dalle sembianze reali.
Dal 5 al 7 dicembre 2017, ne porterà uno a rifare i veri percorsi dei lupi fra le nevi alpine.

Fiera Contemporanea - Forlì Cesena
27/10/2017 - 30/10/2017
Fiera Contemporanea - Forlì Cesena

ARTE FORLI’-CESENA CONTEMPORANEA

DEDICA UNA GRANDE RETROSPETTIVA OMAGGIO A MARIO SIRONI


Alla Galleria Comunale d’Arte Palazzo del Ridotto a Cesena

una mostra esclusiva curata da “Edizioni Cinquantasei”

anticipa la 21ª edizione della rassegna organizzata da Romagna Fiere

dal 27 al 30 ottobre 2017 a Cesena Fiera

------------------------------------------------------------------

Organizzazione: Romagna Fiere srl

telefono: 0543.798466 - Referente: Francesca Caldari: 346.5050521

www.fieracontemporanea.it

orari di apertura della manifestazione:

Venerdì 27 ottobre dalle 17,00 alle 19,30

Sabato 28 e Domenica 29 ottobre dalle 10,00 alle 19,30

Lunedi 30 ottobre dalle 10,00 alle 13,00

 

 


Percorso Arte Etica
12/10/2017 - 22/12/2017
Percorso Arte Etica
Prima mostra Collettiva del Movimento dell'Arte Etica
Con il patrocinio di ACLI - Arte e Spettacolo e di La Banda degli Onesti

Julia Bornefeld - Corpo a noleggio
26/05/2017 - 30/07/2017
Julia Bornefeld - Corpo a noleggio
Julia Bornefeld, artista internazionale selezionata per il ciclo di Arte Etica presenta "Corpo a noleggio" esposizione personale, di carattere concettuale con installazioni spettacolari.

Io combatto - performance diffusa di Sarah Revoltella
10/05/2017 - 15/09/2017
Io combatto - performance diffusa di Sarah Revoltella
Performance diffusa di Sarah Revoltella presso Venezia - Arsenale Tesa 105, realizzata contemporaneamente a New York, Mosca, Karachi, Istanbul, Parigi.


In Ospedale a Sassuolo 'Campo Minato' dell'artista Carlo Bonfà
06/04/2017 - 14/06/2017
In Ospedale a Sassuolo 'Campo Minato' dell'artista Carlo Bonfà
L'Ospedale di Sassuolo S.p.a. è lieto di potervi invitare giovedì 6 aprile, alle ore 11.00, alla presentazione della mostra d'arte contemporanea 'Campo Minato' di Carlo Bonfà.

Eros Bonamini, Scrittura – Gesto – Tempo
03/03/2017 - 25/04/2017
Eros Bonamini, Scrittura – Gesto – Tempo
Venerdì 3 marzo 2017, presso la Casa del Mantegna di Mantova, si inaugura la personale Scrittura-Gesto- Tempo in Eros Bonamini, a cura di Claudio Cerritelli, con un’ampia selezione di lavori dell’artista.

Gianfranco Gentile a Prato
14/12/2016 - 27/01/2017
Gianfranco Gentile a Prato
Esposizione personale presso Art Caffè Bacchino, Prato Inaugurazione Venerdì 16 Dicembre ore 19.30 Piazza S. Maria delle Carceri, 21, 59100 Prato PO Telefono:0574 070017


Il Grande Poli(t)tico - Marco Bertin
03/12/2016 - 28/01/2017
Il Grande Poli(t)tico - Marco Bertin
Sabato 3 Dicembre - ore 11:00, OPENING con brunch in Galleria (ARTantide.com Gallery, Via Messedaglia 7, Verona, 045 8622389) per la mostra personale "Il grande Poli(t)tico" di Marco Bertin, un artista selezionato per la divisione "Arte a Responsabilità Sociale" di ARTantide.com, appartenente al progetto etico di miglioramento del pianeta con l'arte e la cultura.

Campo Minato
08/09/2016 - 20/10/2016
Campo Minato

Mostra personale di Carlo Bonfà, per il ciclo di Arte Etica.
Inaugurazione: Sabato 17 settembre alle ore 18:00.
Mostra aperta al pubblico da lunedi a venerdi
Orario: 9:00 - 13:00 / 14:00 - 15:00
Sabato su appuntamento.
Ingresso libero
Finissage: Domenica 20 novembre
Per informazioni: 
- tel. 0458622389 

 

Marco Gradi - Della luce e del buio
28/05/2016 - 26/06/2016
Marco Gradi - Della luce e del buio
Dal 28 maggio al 26 Giugno 2016
Mostra personale di Marco Gradi per il ciclo Arte Etica, firmatario del manifesto Il ciclo del Petrolio


Gianfranco Gentile "21 grammi"
13/02/2016 - 27/03/2016
Gianfranco Gentile "21 grammi"

Gianfranco Gentile - "21 grammi".

Spesso ci sono più cose naufragate in fondo ad un anima che negli abissi del mare

Art Innsbruck 2016
28/01/2016 - 31/01/2016
Art Innsbruck 2016
Dal 28 al 31 Gennaio 2016
Duration: 28 to 31 Genuary 2016 – 20 Anniversary Edition: Innsbruck, Messehalle |
More than 4000 visitors at the open evening
17.000 visitors on all fair days

Malipiero..."ciak si taglia!"
18/12/2015 - 31/01/2016
Malipiero..."ciak si taglia!"
Malipiero. Esposizione di opere dedicate al mondo del cinema.


Contemporanea 2015
06/11/2015 - 09/11/2015
Contemporanea 2015
Fiera Contemporanea 2015 - Forlì

Bernard Aubertin
17/10/2015 - 20/11/2015
Bernard Aubertin
Omaggio a "Le Pyromane" Retrospettiva 1965-2015

ArtParma Fair
28/02/2015 - 08/03/2015
ArtParma Fair
ARTPARMAFAIR è una mostra-mercato dove poter trovare sia autori storicizzati sia emergenti di talento, ma anche un importante evento che presenta oltre a una vasta panoramica di prestigiose Gallerie, mostre museali di grande rilievo.


Chimere e Ucronìe
21/11/2014 - 31/01/2015
Chimere e Ucronìe
"Chimere e Ucronie" mostra antologica e retrospettiva di Alessandro Zannier.
Artista poliedrico, conosciuto anche sotto lo pseudonimo musicale di "Ottodix"
La Galleria verrà completamente stravolta per ospitare le suggestive installazioni di un artista visionario, spietatamente coraggioso, che osserva il mondo per noi ricordandoci di riflettere ogni tanto sui temi più scottanti e rivoluzionari dell'umanità.
Arte, mostri, utopie, musica e scrittura visionaria.

Contemporanea Art Fair
07/11/2014 - 10/11/2014
Contemporanea Art Fair
Contemporanea, manifestazione d’arte moderna e contemporanea, giunta alla 18ma edizione, deve il suo crescente successo a una formula ben collaudata negli anni. Non si tratta solo di una mostra mercato dove poter visionare una varia e ampia panoramica di gallerie, molte delle quali ormai fidelizzate grazie ad un rapporto di stima e proficua collaborazione, ma di un grande evento culturale.

Per il gallerista è un luogo in cui trovare un buon numero di collezionisti alla ricerca dell’autore storicizzato su cui fare un sicuro e immediato investimento, esperti del settore alla ricerca di nuovi talenti su cui riporre la propria fiducia e una buona fetta di pubblico presente in fiera stimolato anche dalle novità degli eventi collaterali. Ogni anno sono allestite mostre che presentano modi nuovi di fare arte, soluzioni innovative, installazioni inconsuete, senza però mai perdere di vista, dimenticandone l’importanza, l’arte intesa in senso tradizionale.
Tra gli eventi collaterali, Il Bestiario di Antonio Ligabue, a cura di Galleria Centro Steccata; Antonio Ciarallo: Sipari, a cura di Raffaella A. Caruso, oltre a numerose iniziative benefiche di sensibilizzazione.
Ad inaugurare la manifestazione l’On. Prof. Vittorio Sgarbi sabato 8 novembre alle ore 11,30.

ArtParma Fair
03/10/2014 - 06/10/2014
ArtParma Fair
Romagna Fiere srl aprirà la stagione fieristica con ART PARMA FAIR dal 4 al 6 ottobre 2014. La manifestazione riservata alle gallerie d’arte si svolgerà presso il padiglione 7, il Palacassa, in concomitanza con la nota rassegna Mercanteinfiera. Oltre ad una mostra mercato dove poter trovare sia autori storicizzati sia emergenti di talento, si tratterà di un grande evento culturale. All’ingresso della manifestazione ad accogliere il pubblico tre mostre di importanza museale. La follia del genio, Antonio Ligabue e Pietro Ghizzardi, a cura della Galleria Centro Steccata, Colori Profondi, Umberto Mariani e Nando Crippa, a cura di Valerio Deho’ in collaborazione con Armanda Gori Arte, On the Road Mario schifano dagli anni ’60 a cura della Galleria Costa Deniarte. Sabato 4 ottobre alle ore 11 ad inaugurare la manifestazione l’On. Prof. Vittorio Sgarbi e il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti.


Antologia Dinamica
01/08/2014 - 31/08/2014
Antologia Dinamica
Inaugurazione Venerdì 1 agosto, serale alle ore 21:00, alla presenza dell'artista e dei curatori che illustreranno al pubblico le opere esposte e racconteranno l'avventurosa vita artistica di sperimentatore di Franco Costalonga.

Biennale Italia - Cina, 2014
28/06/2014 - 20/08/2014
Biennale Italia - Cina, 2014
La versione cinese della Biennale Italia - Cina prende vita nel centro nevralgico dell'arte contemporanea cinese, il 798 Art District di Pechino, distribuita in tre location principali, che vedono inclusa la plastik Factory a 5 minuti di auto e la Being 3 Gallery, nostra partner cinese.

INDIA - THE REVEALED MYSTERIES
09/06/2014 - 30/09/2014
INDIA - THE REVEALED MYSTERIES
INDIA - THE REVEALED MYSTERIES
28 ARTISTI PER LA PIÙ GRANDE MOSTRA DI ARTE CONTEMPORANEA INDIANA
UN VIAGGIO NELLA CULTURA E NEI MISTERI DI UN PAESE IN CONTINUA ESPANSIONE
DAL 5 GIUGNO AL 30 SETTEMBRE


Il Viaggio, Performance con Li Wei e i Sonohra
12/04/2014 - 12/04/2014
Il Viaggio, Performance con Li Wei e i Sonohra
IN OCCASIONE DEL LANCIO DEL NUOVO ALBUM “IL VIAGGIO” IN USCITA IL 22 APRILE. IL DUO SARÀ PROTAGONISTA DI UNA IRRIPETIBILE “IMPRESA” ARTISTICA INTERNAZIONALE
In ESCLUSIVA ASSOLUTA in vendita l'edizione limitata dell'immagine dei Sonohra e di Li Wei che volano sul Duomo di Milano.

Punto sul Vivo
05/09/2013 - 14/10/2013
Punto sul Vivo
Mostra pubblica di Carlo Pasini, che si svolge nella città di Verona in tre prestigiosi spazi pubblici ed uno privato, sparsi per la città. I grandi animali ricoperti da puntine da disegno, che risuonano accarezzandoli, sorprenderanno i passanti ammiccando in Via Cappello dalla vetrina della Biblioteca Civica e accogliendo i visitatori del Museo di Storia Naturale.
Un'esposizione completa, arricchita anche da lavori storici dell'artista, sarà invece allestita nello spazio di ARTantide.com in Via Messedaglia 7, nella Zona Industriale di Verona, uno show room di oltre 300 metri quadri molto luminosi e di affascinante stile contemporaneo.

India Art Fair
01/02/2013 - 03/02/2013
India Art Fair

La 5° edizione di India Art Fair si svolgerà dal 1° al 3 Febbraio 2013, presso NSIC Exhibition Grounds in New Delhi, India.


Art Gent
30/11/2012 - 04/12/2012
Art Gent

Art Gent 2012 si svolgerà dal 30 Novembre 2012 al 4 Dicembre 2012, presso Flanders Expo in Ghent,Belgio.

Contemporary Istanbul
22/11/2012 - 25/11/2012
Contemporary Istanbul

Contemporary Istanbul annuncia la sua 7a edizione, dal 22 al 25 Novembre 2012, presso Istanbul Convention and Exhibition Center (ICEC) - Rumeli Hall

Contemporanea Forlì
16/11/2012 - 19/11/2012
Contemporanea Forlì

Contemporanea Forlì 2012 si svolgerà dal 16 Novembre al 19 2012, presso FORLI' FIERA -Quartiere fieristico- via Punta di Ferro, 2


PINTA ART New York
15/11/2012 - 18/11/2012
PINTA ART New York

PINTA ART New York avrà luogo dal 15 November 2012 al 18 November 2012, presso 7 West 34th Street, 5th Avenue, New York, NY 10001, USA

Rose Rose
21/10/2012 - 21/10/2012
Rose Rose
Domenica 21 Ottobre: Performance di Lin Jingjing

Biennale Italia - Cina
20/10/2012 - 16/12/2012
Biennale Italia - Cina
Uno sguardo al Futuro. 120 artisti italiani e cinesi a confronto.


I am you
12/10/2012 - 30/11/2012
I am you
Mostra personale di Marco Bertin presso ARTantide.com

Art Moscow 2012
19/09/2012 - 23/09/2012
Art Moscow 2012

La 16° edizionedi ART MOSCOW si svolgerà dal 19 al 23 Settembre 2012, presso il Central House of Artists, 10 Krymsky val, Mosca (Russia).

SH Contemporary 2012
07/09/2012 - 09/09/2012
SH Contemporary 2012

Shanghai, Exhibition Center, 07-09 Settembre 2012
Anteprima: Giovedì 6 Settembre, dalle 17:00 alle 19:00
Vernissage: Giovedì 6 Settembre dalle 19:00 alle 22:00
Apertura al pubblico: Venerdì 7 Settembre dalle 11:00 alle 18:00
Sabato 8 dalle 11:00 alle 18:00
Domenica 9 dalle 11:00 alle 17:00


Pinta Art 2012
07/06/2012 - 10/05/2012
Pinta Art 2012

Pinta Art si svolgerà dal 07 al 10 Giugno 2012, presso Earls Court Exhibition Centre, Warwick Road, Earls Court, London SW5 9TA, (England).

Pianeta Cina - 地球中国
01/04/2012 - 30/04/2012
Pianeta Cina - 地球中国
Pianeta Cina è un ciclo di mostre d'arte contemporanea che delineano un percorso verso la Biennale Italia Cina che si terrà a fine 2012.
Sono tutte mostre pubbliche, patrocinate dalle istituzioni ospitanti, allestite in spazi suggestivi e prestigiosi, come queste prime tre mostre al Castello di Malcesine.
Vernissage: sabato 31 marzo 2012 dalle ore 17:00.

Art Innsbruck
24/02/2012 - 27/02/2012
Art Innsbruck
From February 24th to 27th
Fair Innsbruck - Fair hall D (former hall 4)
South entrance, Ing.-Etzel-Straße A-6020 Innsbruck
Opening hours:
24th February 2012: 11 - 20
25th February 2012: 11 - 20
26th February 2012: 11 - 20
27th February 2012: 11 - 17
Ticket prices:
Preview: 30 Euro - All Day Ticket: 9 Euro
Discounted Ticket: 7 Euro for students, teachers, pensioners, Ö1 Club
Partnerticket: 15 Euro - valid for a couple
Two Day Ticket: 15 Euro
ART - Package: 15 Euro - All Day Ticket + Exhibition Catalogue
School Parties: 2 Euro - In classes, teacher free, advanced reservation
Exhibition Catalogue: 8 Euro


Art Palm Beach 2012
20/01/2012 - 23/01/2012
Art Palm Beach 2012

West Palm Beach, Florida, 20-23 Gennaio 2012

Location:
Palm Beach County Convention Center
650 Okeechobee Boulevard
West Palm Beach, Florida 33401
Orari:
Preview Giovedì 19 Gennaio 6:00pm ˆ 7:30pm:
da Venerdì 20 a Domenica 22 gennaio dalle 12:00pm alle 7pm
Venerdì 23 gennaio dalle 12pm alle 6pm>br />Tickets:
One day pass: $10 in advance, $15 at the door
Multi-day pass: $15 in advance, $20 at the door
Ingresso libero per Bambini fino ai 12 anni, accompagnati da un adulto.
Informazioni:

Lineart 2011
02/12/2011 - 06/12/2011
Lineart 2011
Dates:Friday 2 December till Tuesday 6 December 2011
Opening hours:Daily, 11:00 AM to 7:00 PMOn Friday and Monday, 11:00 AM to 10:00 PMWhere:Flanders Expo, Ghent – Belgium(GPS: Adolphe Pégoudlaan, 9051 Gent)
Tickets, entrance to the Border and Lineart :Day ticket: €12Children < 14: free admission
More information:Lineart – Flanders International Trade Fair npo1004 KortrijksesteenwegB-9000 GhentTel.: +32 (0)9 241 55 00Fax: +32 (0)9 241 55 11E-
mail:

PINTA ART
10/11/2011 - 13/11/2011
PINTA ART

New York City, 10-13 Novembre 2011


Fiera Contemporanea - Forlì
04/11/2011 - 07/11/2011
Fiera Contemporanea - Forlì
Orari di apertura:
Venerdì 4 dalle 17 alle 20,00 - Sabato 5 e domenica 6 dalle 10,00 alle 20,00 - Lunedì 7 dalle 10,00 alle 13,00
Organizzazione: Romagna Fiere srl - Via Punta di Ferro 2 – 47122 Forlì - Tel 0543 798466 – Fax 0543 778482
Referente: Francesca Caldari - www.fieracontemporanea.it -

Anticontemporaneo
14/10/2011 - 27/11/2011
Anticontemporaneo

Mostra Personale di Gianni Asdrubali a cura di Valentina Barotto. Testo di Marco Tonelli.
Evento organizzato da ARTantide.com (info: 045 8622389.

Shozo Shimamoto. Opere 1950-2011. Oriente e Occidente
24/09/2011 - 08/01/2012
Shozo Shimamoto. Opere 1950-2011. Oriente e Occidente
80 tra dipinti, sculture e video installazioni del grande maestro del Gutai: un emozionante percorso lungo tutta la sua produzione artistica a cura di Achille Bonito Oliva

Dal 25 settembre 2011 all'8 gennaio 2012
Reggio Emilia, Palazzo Magnani
Ingressi: Intero: 9 euro, Ridotto: 7 euro, Studenti: 4 euro
Orari: dal martedì al venerdì: 10-13/15.30-19, sabato, domenica e festivi: 10-19, lunedì chiuso
24 settembre ore 16: performance di Shōzō Shimamoto, aperta al pubblico


Luci, ombre e onde
29/07/2011 - 16/09/2011
Luci, ombre e onde
Mostra Personale di Gianfranco Gentile a cura di Valentina Barotto. Testo di Michela Danzi.
Evento organizzato da ARTantide.com (info: 045 8622389).

Unlimited
04/06/2011 - 27/11/2011
Unlimited

Padiglione della Repubblica Araba Siriana: "Evoluzione".
Commissario Cristian Maretti.
Curatori Fabio Anselmi e Sandro Orlandi.
Performance Unlimited e mostra collaterale: giovedì 2 giugno 2011, ore 18:00 Liassidi Palace, Castello, Ponte dei Greci 3405, Venezia.
Vernissage: venerdì 3 giugno 2011, ore 18:00 isola di San Servolo (VE).

Variazioni su un errore di Parmenide
04/06/2011 - 27/11/2011
Variazioni su un errore di Parmenide

Padiglione della Repubblica Araba Siriana: "Evoluzione".
Commissario Cristian Maretti.
Curatori Fabio Anselmi e Sandro Orlandi.
Vernissage: venerdì 3 giugno 2011, ore 18:00 isola di San Servolo (VE).
Mostra collaterale Variazioni su un errore di Parmenide: venerdì 16 settembre 2011, ore 18:00 Liassidi Palace, Castello, Ponte dei Greci 3405, Venezia.