BAF 2012


CAFFèLARTE

Staff di ARTantide.com

"La civiltà è un movimento, non una condizione; un viaggio, e non un porto". -Arnold Joseph Toynbee- (storico inglese)

Rubrica per Art Weekly Report; 23 Gennaio 2012, Area Research, Intelligence e Investor Relations Banca Monte dei Paschi di Siena

imgL'ottava edizione della fiera d'arte contemporanea di Bergamo (BAF) è stata inaugurata venerdì 13 gennaio e si è conclusa il lunedì successivo. Alla kermesse hanno partecipato circa un centinaio di gallerie d'arte, dato che conferma BAF uno degli appuntamenti di maggior interesse di inizio anno del Paese. Le partecipazioni di quest'edizione registrano un calo del 20% rispetto all'anno precedente, rilevazione di un andamento economico che ci spinge tutti ad unire energie e risorse. Innegabile difficoltà generale che però ammaestra, sfoltisce i rami eccessivamente frondosi del mondo arte, mantenendo la struttura primaria. Ne esce una sorta di purificazione espositiva, dove gli artisti e le opere proposte possono decisamente vantare tali qualifiche. Sicuramente non è il momento più idoneo per fare passi fortemente propositivi, motivo per cui troviamo lavori appartenenti al mercato d'arte consolidato. Ciò nonostante, tra il pubblico comunque numeroso, molti giovani visitano la Fiera con interesse e attenzione, di pari passo a professionisti del settore. Secondo l'organizzazione non sono mancati i contatti, e i buoni uscita promettono buone prospettive per l'imminente Fiera di Bologna. BAF è inoltre un luogo culturale-formativo, dove trovano spazio numerosi eventi collatorali: "Illuminare la Città": progetto d'illuminazione urbana realizzata dagli studenti dei principali Istituti di Design Italiani; "Concetti di Pittura": mostra proposta dalla Fondazione Zappettini che affronta la storia europea attraverso sette pittori originari di diversi paesi europei (Paolo Cotani, Ulrich Erben, Vivien Isnard, Rudi Van De Wint, Claude Viallat, Gianfranco Zappettini, Jerry Zeniuk) accomunati dal tentativo di rifondare il linguaggio della pittura. Conclude la rassegna degli eventi collaterali "Pittori Bergamaschi": mostra antologica dedicata all'artista Dietelmo Pievani. Grande interesse ha suscitato la Performance dell'artista ligure Giorgio Moiso, realizzatasi durante l'inaugurazione serale della Fiera. Argilla fresca stesa su una superficie di 300X600 cm è stata lavorata in loco, alla presenza del pubblico, dal corpo e dai gesti dell'artista con smalti e ossidi. Musica jazz ha accompagnato l'evento-live. Un'ampia aerea della fiera è stata dedicata alle più rinomate gallerie d'arte di Istanbul, secondo un accordo di gemellaggio tra Bergamo e la megalopoli turca. Negli ultimi vent’anni, la capitale turca è divenuta un centro stimolante nella produzione culturale e artistica, grazie alla sua celebre Biennale e all’apertura di nuovi musei, l’ultimo dei quali, il Borusan Contemporary, collabora alla trasformazione del Bosforo in un crocevia d'interessi internazionali. La BAF è decisamente indirizzata verso l'apertura delle frontiere, per favorire il dialogo e lo scambio tra professionisti del settore e collezionisti internazionali.
Il 2013 sarà l'anno d'elezione della Cina, grazie al gemellaggio con Shangai, nuovo orizzonte di affascinanti prospettive. img

Staff di ARTantide.com