Manifesto Etico - La legge è uguale per tutti


di Jorge Pombo - Tema: giustizia

di Jorge Pombo (in collaborazione con lo staff di ARTantide.com Gallery)



Premesso che

l'arte non ha funzioni materiali o legate ai bisogni primari e proprio su questo basa la sua forza; non dipende da nessuno, nè da nessun fine materiale, perciò è libera e ha veramente senso solo quando la si crea in piena libertà;

se è vero che la storia è sempre scritta dai vincitori, anche se cattivi, per l'arte non vale;

l'arte è l'unica creazione umana che è scritta e creata nella storia dai buoni ecco perchè in essa prevale un inesorabile senso di giustizia;

le dinamiche della politica internazionale, condizionate dalla macroeconomia e non dall'arte e la cultura, tanto lontane dalla realtà sociale, difficilmente considerano le conseguenze delle decisioni che pochi prendono, ma che riguardano la vita della maggioranza delle persone.


Siamo consapevoli che

oggi più che mai, per evitare la deriva morale dell'umanità, abbiamo necessità di giustizia;

l'uomo corretto ammette sempre la verità e verità è il complesso di quegli argomenti morali che possono essere cambiati nel tempo e nello spazio senza alterare la loro validità e utilità;

è necessario sforzarsi di guardare i nostri simili con atteggiamento empatico e conciliatore, tralasciando ogni interesse, per comprendere che siamo tutti parte di una stessa essenza;

guardare al prossimo enfatizzando ciò che ci differenzia è l'inizio della mancanza di identificazione che, alimentata sempre dalla paura, sfocia nell'ingiustizia.


Crediamo che

a maggior sensibilizzazione artistica, corrisponda minore avversione verso l'altro e minor numero di conflitti tra popoli o individui;

l'arte non possa frenare le bombe ma possa educare e sensibilizzare fino ad avere maggior coscienza che la morte o la punizione ingiusta di un innocente valga quella di nostro fratello;

i diritti degli uomini siano inviolabili e innati e vadano ben oltre la legge e lo Stato, come affermò il giurista tedesco Erich Kaufmann quando scrisse "Lo Stato non crea diritto, lo Stato crea leggi, e lo Stato e le leggi stanno sotto il diritto";

non sia sufficente indignarsi davanti ai casi di ingiustizia e cedere al potere del più forte, perché pretendere giustizia, sempre, è un dovere di ognuno, avere la forza di non abbassare mai la testa, quando il potere o semplicemente il vicino, agiscono togliendo diritto alle persone, dobbiamo avere il coraggio di non tacere, accettare la scomodità dell'azione per la giustizia di uno che vale quella di tutti.


Vogliamo agire

tramite l'arte per educare e sensibilizzare i visitatori, con l'obiettivo di raggiungere maggior coscienza del fatto che la mancanza di giustizia priva i popoli e le persone della libertà di poter crescere in armonia e serenità;

con raffigurazioni artistiche, a partire dall'opera di Tintoretto "La strage degli innocenti" (1582-87, 422 x 546 cm), che siano paradigma dell'ingiustizia che risponde all'interesse di pochi contro la maggioranza degli uomini, per riflettere sul complesso delle leggi morali più logiche, valide in ogni spazio e ogni tempo;

in modo da far rispettare e porre l'attenzione sui diritti delle minoranze, troppo spesso ignorati e violati, a scapito dei poteri forti che non si fanno scrupoli ad infrangere l'assioma che campeggia in ogni tribunale: La legge è uguale per tutti.


ARTantide.com Gallery e Jorge R. Pombo si impegnano attraverso progetti espositivi ed educativi a perseguire l'obiettivo di accrescere la voglia di una giustizia equa e garantita per tutti i popoli della terra.


di Jorge Pombo (in collaborazione con lo staff di ARTantide.com Gallery)