Andrea Raccagni

Senza Titolo


Pubblicazioni:
Museo ARTantide 2007, edito in occasione delle opere raccolte nel Museo virtuale di ARTantide.com fino al 2007, a cura di ARTantide.com, Christian Maretti editore, 2008.

La storia del mio lavoro si può presentare così:
Su due canali costanti di ricerca:
* linea rossa l'irrazionale
* linea azzurra il razionale
Dopo quasi vent'anni, un primo momento di fusione delle due ricerche di cui non ebbi chiara coscienza, poi ancora, per una decina d'anni una dicotomia e infine, dal '73, una presa di coscienza - e l'accensione della linea gialla.

Andrea Raccagni

Anno: 1956

Tecnica: Mista su carta

Dimensioni: 35 x 50 cm

Altre Informazioni: Firmata, Incorniciata

ID: 002171

Altre opere in vendita dello stesso artista:
« < > »

Venduta

Desideri fare un'offerta?

Questa opera ha partecipato ai seguenti eventi:

19/11/2005 - 21/11/2005 Contemporanea - 9o Salone di Arte Moderna

Recensione di Mercato (Venerdì, 30 settembre 2005)

Qualità:
Ottima
Prezzo:
Estremamente competitivo e conveniente
[Quotazione al 30/09/2005: € 638,00)
Potenzialità nel breve periodo:
Potenzialità "esplosive"
Potenzialità nel medio/lungo periodo:
Enormi potenzialità
Espansione geografica:
Nazionale con enormi potenzialità internazionali
Commento:
Di Andrea Raccagni si sa ancora molto poco nel mercato, a parte i più attenti addetti ai lavori, conoscitori del suo grande lavoro. Vero e proprio genio dell'informale, l'artista è stato sempre "nemico" del mercato, avverso ad ogni logica commerciale ne è sempre rimasto ai margini, fino alla sua recentissima scomparsa. Ora che il suo lavoro può trovare spazi di diffusione, il mercato potrebbe avere reazione quasi esplosiva: si provi a pensare ad un artista che ha anticipato le bruciature di Burri, ha fatto l'informale persino sulla forma perimetrale dell'opera, ha fatto un surrealismo fantastico ancora inedito, sculture e installazioni luminose fin dagli anni '70. Una certezza che prima o poi il mercato premierà. Eccome!