Giuseppe Chiari

Senza Titolo

Opera pubblicata sul catalogo "Arte è facile, Arte è difficile", pag. 66, ARTantide.com - Verona, 2007.

"Ho scritto pezzi per il corpo umano come il Concerto per donna (1968) e Fare qualcosa con il proprio corpo e il muro (1966).
Nel primo la parte principale è data da lievi ma variatissimi rumori che si possono ottenere soffiando nei capelli di una donna. Nel secondo qualsiasi variazione è giusta; basta che si producano rumori battendo il proprio corpo contro il muro. Altre parti per il corpo umano sono nell’Happening per la TV.
Voglio comunque subito precisare che per me il corpo è una cosa come le altre. Io ho scritto pezzi per donna ma anche per bicicletta, per collana, per registratore, per televisore, per città, per un foglio di carta, per un sasso, per qualsiasi cosa. Forse il pezzo dove il corpo umano ha la maggiore funzione è Gesti sul piano. Partendo dall’ipotesi che la tastiera del pianoforte è una lunga striscia bianca, che l’uomo non conosce l’esistenza dei tasti, che l’uomo però è cosciente che, qualunque gesto faccia, la tastiera lo restituirà in un rumore della medesima espressione, io proponevo tutta una tecnica di gesti.
E in pratica durante gli anni che ho eseguito questo pezzo le mani, le braccia, le spalle, il volto avevano la possibilità di liberarsi. E lo stesso effetto provavano altri solisti come Frederic Rzewski, Giancarlo Cardini, Jean Charles François...
Forse questo e stato un pezzo di gesti... un pezzo per mani, braccia, volto, spalle.., e il pianoforte sottolineava solo questi gesti..."

Giuseppe Chiari
1968-1972

Anno: 1974/2005

Tecnica: Foto ritoccata

Dimensioni: 45 x 32 cm

Altre Informazioni: Firmata, Incorniciata

ID: 003511

Altre opere in vendita dello stesso artista:
« < > »

Venduta

Desideri fare un'offerta?

Questa opera ha partecipato ai seguenti eventi:

21/09/2007 - 23/09/2007 ExpoArte 2007

02/05/2007 - 31/05/2007 L'Arte è Facile, l'Arte è Difficile

02/03/2007 - 05/03/2007 Vicenza arte 2007